Blog

Protetto: Area riservata Download

To view it please enter your password below

Ogni progetto illuminotecnico deve esse funzionale ai bisogni del cliente, e trovare il giusto equilibrio tra luce naturale ed artificiale, in modo da valorizzare al meglio l’ambiente. Per far si che questo accada, bisogna rivolgersi a degli specialisti del campo, in possesso della giusta esperienza e degli strumenti adatti, a portare a termine un progetto che sia funzionale e funzionante. In fase di realizzazione di un progetto viene utilizzato un software di pianificazione, che simula le condizioni di illuminazione del locale, e l’eventuale reazione delle superfici dell’arredamento presente: si pensi, per esempio, ad una cucina o ad una fabbrica, dove sono presenti materiali in ferro ed acciaio, che potrebbero riflettere una luce “non adatta” ricreando l’effetto abbagliante. Dopo aver inserito tutti i dati riguardanti l’ambiente (altezza soffitto, superficie da illuminare etc…) il software calcolerà il valore medio dell’illuminamento necessario e diversi altri fattori tecnici, ai quali poi lo specialista, affiancherà…

Read more

Nel 1907 Henry Joseph Round pubblicò uno studio sulla luminosità del diodo. Nel 1927, Oleg Losev, riprese gli studi e formulò un teoria, pubblicata in Russia. Da qui la nascita dei primi diodi ad emissione luminosa, disponibili solo nel colore rosso. Successivamente ne vennero sviluppati altri, capaci di emettere luce gialla e verde, con la consecutiva creazione di dispositivi che integravano due LED, uno rosso e uno verde. In questo modo fu possibile visualizzare quattro stati all’interno dello stesso dispositivo: spento, verde, rosso, verde+rosso= giallo. Ulteriore passo avanti fu compiuto negli anni ’90, con la creazione dei primi LED a luce blu, che rendevano possibile la realizzazione di qualsiasi colore, attraverso la combinazione di diodi di colori diverso. Parallelamente fu aumentata l’efficienza energetica e la quantità di luce emessa, a paragone con quelle delle comuni lampadine. Questo ha fatto si che i LED attirassero l’attenzione dei ricercatori, divenendo il fulcro…

Read more

Il visual merchandising è l’insieme di operazioni che collocano il prodotto all’interno di un punto vendita, in sintonia con la strategia commerciale adottata da questo. Più in generale questo riguarda la creazione di un’atmosfera all’interno del negozio, che stimoli i sensi del clienti in modo da attirarlo spingendolo a comprare.   Per la creazione di tali stimoli vengono presi in considerazione i cinque sensi dell’uomo: Udito: a tal fine vengono utilizzate musiche e suoni che rispecchino la filosofia del brand. Olfatto: si utilizzano fragranze in grado di stimolare ricordi del consumatore, legati a quel prodotto. Tatto: tutta la merce viene resa “toccabile”. Gusto: si avvicina il consumatore con la possibilità di assaggiare un prodotto Vista: il senso più importante, in quanto determina il primo impatto del consumatore con il prodotto.   Anni di studi in visual merchandising hanno sottolineato l’importanza dell’illuminazione strategica, degli ambienti destinati alla vendita.   L’importanza della…

Read more

Led Style produce barre a led per coltivazioni o ortocoltura. Grazie alle loro tante particolarità i LED hanno ormai preso il sopravvento su tutti gli altri sistemi di illuminazione. Dai fari delle macchine agli apparecchi elettronici che abbiamo in casa, ai semafori in strada alla lampada che mette in risalto la statua in piazza, ormai è possibile trovare i LED praticamente ovunque: anche nelle coltivazioni. Si, perché cosa può essere più indicato a sostituire il sole, se non una lampada capace di restare in funzione 50.000 ore senza guastarsi? Inoltre i LED mettono il coltivatore in posizione di modificare la lunghezza d’onda, fino ad individuare quella “corretta” , che viene riconosciuta dai pigmenti delle piante e quindi assorbita. Per non parlare della possibilità di poter avvicinare le lampade alle piante, vista l’assenza di emissione di calore. Ma cerchiamo di comprendere quale sia il loro funzionamento nell’orticoltura.   Come si produce…

Read more

L’avvento dei LED ha cambiato radicalmente il mondo dell’illuminazione, permettendogli di evolversi sia dal punto di vista della produzione che delle applicazioni. I vantaggi portati dall’utilizzo dei LED – come la bassa manutenzione richiesta e il risparmio energetico – hanno fatto sì che durante gli anni, i produttori spingessero per l’utilizzo di questa nuova forma di luce in diversi settori, come quello automotive, dell’illuminazione stradale e tanti altri. Nei soli cinquantasei anni trascorsi dalla loro invenzione ad oggi, i LED hanno pian piano conquistato il mercato dell’illuminazione, tanto che è possibile trovarne uno in quasi tutti gli apparecchi elettronici che abbiamo in casa. Insomma, un successo senza fine, che ha spinto quella che doveva essere una “semplice” fonte di luce, addirittura ad entrare a far parte di una disciplina di studi.   Illuminotecnica, LED e illuminazione architetturale. Ad occhio inesperto il processo di ideazione di un sistema d’illuminazione potrebbe sembrare…

Read more

I light-emitting diode, meglio conosciuti come LED, sono diodi ad emissione luminosa, prodotti per la prima volta nel 1962 ad opera di Nick Holonyak, un inventore statunitense: da quel momento in poi è stata un’ascesa senza fine, da cui è derivato il quasi monopolio del mercato dell’illuminazione. Ma quali sono i vantaggi nell’utilizzo del LED? E perché si è deciso di avviarne la produzione anche in diversi settori, come quello automotive? Vediamolo insieme.   Come viene prodotto un LED? Alla base del concetto di LED troviamo quello di diodo: ossia una componente elettronica a due terminali, la cui funzione primaria è rappresentata dal permettere il flusso di corrente in una direzione, bloccandola nell’altra. Tale meccanismo è valso ai LED la medaglia di migliore fonte d’illuminazione, con il più basso consumo energetico in circolazione. Al diodo viene successivamente applicata una lente, ricavata dalla fusione di cristalli di carburo e silicio, ricoperti…

Read more

Le lampade a LED sono sempre più diffuse: con grandi benefici sia per l’ambiente che per il nostro portafogli. Queste moderne fonti d’illuminazione infatti, grazie alla loro tecnologia, ottengono, rispetto ad una normale lampadina o a un neon, un’illuminazione cinque volte superiore pur se a parità di energia assorbita. In poche parole, un solo led è in grado di illuminare più di cinque lampadine messe insieme: con un risparmio d’energia non da poco. Per non parlare poi dell‘assenza all’interno di questi di sostanze inquinanti, come gli alogenuri metallici e i vapori di sodio, dannosi per l’ambiente al momento dello smaltimento, e delle emissioni pari a zero di raggi ultravioletti e radiazioni infrarosse, dannose invece per l’occhio umano.  Altro aspetto sicuramente vantaggioso è la durata stimata di un LED, all’incirca 50.000 ore prima che iniziano a perdere potenza, e addirittura 100.000, per il loro completo esaurimento. Il tutto tradotto in un…

Read more

La progettazione dei circuiti stampati PCB è una fase molto importante e delicata.Un circuito stampato o PCB, printed circuit board, è un supporto elettronico utilizzato al fine di collegare tra di loro i componenti elettronici di una scheda, grazie a delle apposite piste incise su un materiale non conduttivo, in genere costituito da Vetronite Ramata, ossia una piastra in fibra di vetro, ricoperta da uno strato metallico. Questo viene inciso grazie alla tecnica della fotoincisione, che avviene utilizzando l’azione combinata di luce e acidi, o attraverso la fresatura meccanica. Tali intagli servono a connettere i vari componenti del circuito elettronico, che verranno poi successivamente saldati. Per quanto questa possa essere la loro funzione principale non è da considerare esclusiva in quanto, i circuiti stampati, possono essere adibiti anche a supporto meccanico, in modo da garantire una corretta posizione geometrica a tutti i componenti e gli accessori. In altri casi invece,…

Read more

I led sono piccole lampadine che, grazie alla loro particolare tecnologia, presentano numerosi vantaggi rispetto alle lampadine fluorescenti, ai neon e soprattutto alle lampadine ad incandescenza. Utilizzate per svariate applicazioni in diversi settori, dall’lluminazione domestica e architettonica, all’automotive, questa innovativa fonte d’illuminazione è in grado di garantire: Un’elevata efficienza energetica, arrivando a consumi inferiori del 90% rispetto ad una normale lampadina. Maggiore longevità, stimata intorno alla 50.000 ore, ossia 6 anni, nel caso di utilizzo ininterrotto 24 ore al giorno. Per non parlare dei materiali utilizzati, che garantiscono una maggiore resistenza agli urti e agli agenti atmosferici. Maggiore sicurezza in quanto non generano calore, e possono essere lasciati accesi anche per lunghi periodi, senza il pericolo d’incendi. Vantaggi per l’ambiente, vista l’assenza di sostanze potenzialmente dannose come il mercurio. Possibilità di personalizzazione, data la possibilità di combinare insieme diversi led, al fine di ricavare una vasta scala di cromatismi. Al…

Read more

10/18
Translate »